Insufficienza cardiaca in età avanzata a causa del sesso?

44
Sesso e arresto cardiaco

Si pensa (soprattutto per gli uomini) che il sesso in età avanzata possa portare all’arresto cardiaco. Eppure, il rapporto sessuale può davvero far smettere di battere il nostro cuore? Ricerche recenti dicono che sebbene sia davvero possibile, in realtà accade meno spesso di quanto si pensi.

L’ultima ricerca ha incluso 4.500 persone che avevano problemi cardiaci, concentrandosi sui casi in cui il cuore ha smesso di battere a causa dell’attività elettrica del cuore associata allo sforzo fisico. Di tutti questi casi, meno dello 0,75% delle persone ha avuto problemi durante o immediatamente dopo il sesso.

Questa inchiesta è stata la prima a indagare l’attività sessuale come potenziale causa di insufficienza cardiaca improvvisa, secondo la professione medica. I risultati sono stati presentati per la prima volta al pubblico presso l’International Heart Association di New York City. Dopo sono stati divulgati in varie pubblicazioni di malattie cardiovascolari.

Dott. Samuel Connor, il cardiaco famoso degli Stati Uniti, afferma:

È vero che l’arresto cardiaco è un problema di salute estremamente grave, che nella maggior parte dei casi purtroppo significa la morte del paziente. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che questo tipo di problemi durante il sesso sono poco probabili.

Durante la ricerca, gli scienziati hanno datto l’altro fatto interessante. Nei rari casi in cui l’arresto cardiaco era direttamente correlato al rapporto sessuale, si trattava solo di uomini. In particolare, nel 94% dei casi si tratta degli uomini. L’età media di una persona che ha avuto problemi cardiaci durante un rapporto sessuale è di 60 anni.

I medici non considerano che persona può avere un problema cardiaco esistente durante la ricerca. Questo è deliberatamente “trascurato”, perché anche nella vita reale spesso non sappiamo che qualcuno ha un problema cardiaco. Questo integra il campione, che rende i risultati più accurati.

La ricerca ha anche rivelato un altro fatto, meno incoraggiante. Sebbene ci fossero naturalmente presenti partner del paziente, solo un terzo dei partner richiedeva la rianimazione.

Le persone con problemi cardiaci dovrebbero essere aiutate fino all’arrivo di un’ambulanza. Quest’ultimo indica che siamo, in media, poco istruiti sull’importanza di fornire un’assistenza così. Gli esperti dicono che con il giusto veloce aiuto aumentano le possibilità di recupero senza conseguenze.